Le uniformi e l'equipaggiamento - Il D-Day (ipertesto)

Cerca
EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish
Vai ai contenuti

Menu principale:

Le uniformi e l'equipaggiamento

Le forze > Gli alleati > Le forze terrestri > L'esercito anglo-canadese > I soldati
La fanteria

La fanteria anglo-canadese
L'esercito britannico in combattimento utilizzava in genere il battledress (l'abito da battaglia composto da blusa e pantaloni, creato dal Dipartimento di Guerra nel 1936) di colore marrone chiaro (la RAF lo indossava invece di colore blu e la Royal Navy di colore blu scuro).
La stessa uniforme di base era adottata dai paesi del Commonwealth, con diversi toni di colore.
Naturalmente esistevano poi innumerevoli varianti secondo il tipo di unità militare e in funzione del suo impiego (basti pensare ad esempio alla tenuta da salto dei paracadutisti).
Tutti gli uomini di truppa e i sotto-ufficiali avevano doppia dotazione di blusa e di pantaloni, una per l'addestramento e per il combattimento e una per le uscite in permesso e per le cerimonie militari (il cosidetto Best Battledress).
Gli ufficiali acquistavano invece personalmente la propria tenuta, così come tutto il loro equipaggiamento, e potevano scegliere di adottare il battledress standard in uso alla truppa, di farvi apportare alcuni ritocchi per migliorarne l'estetica, o di farlo confezionare da un sarto di fiducia, ovviamente utilizzando un tessuto omologato.
L'uniforme era poi completata da varie tipologie di cappelli (ovviamente sostituiti in combattimento dagli elmetti) e su di essa si trovavano le insegne che identificavano le unità e i corpi di appartenenza, i gradi militari, le eventuali qualifiche e le decorazioni ricevute. 
Le forze di terra dell'esercito britannico, al momento dell'invasione della Francia, utilizzavano un equipaggiamento che era il frutto del risultato di ormai molti anni di guerra e che era organizzato nel cosidetto webbing: oltre alle armi personali, agli elmetti e alle uniformi, i soldati britannici portavano con se' varie dotazioni (ad esempio le razioni alimentari) in quella che viene comunemente definita la tenuta da combattimento che, con poche varianti e integrazioni, era sostanzialmente comune a tutti gli uomini (con la parziale eccezione delle forze aviotrasportate le quali, alla normale tenuta da combattimento, aggiungevano la cosidetta tenuta da salto).

-

Equipaggiamento anglo-canadese

UNIFORMI
t1a - Berretto (verde per commando, rosso per aviotrasporati, kachi per fanteria)
t1c - Elmetto MkI, MkII o Mk IV
u1 - P37 Battledress (blusa)
u2 - P37 Battledress (pantaloni)
u3 - Insegna divisionale
u4Jerkin (giacca) in cuoio. Portato da fanteria e commando, sopra la blusa.
u6P37 Ghette
u7Scarpe (); les bottes de parades canadiennes sont pratiquement identiques à des couts moindres en surplus.

WEBBING (EQUIPAGGIAMENTO STANDARD)
w1 - P37 Cintura
w2P37 Bretelle. Si attaccano alla cintura e  alle borse base per munizioni.
w3 - P37 Borse di base per le munizioni. Si attaccano alla cintura e alle bretelle.
w4 - P37 Sostegni per borraccia e borraccia
w5 - P37 Zaino. Viene fissato al webbing con le cinghie ad "L"
w6 - P37 Cinghie ad "L". Necessarie per fissare lo zaino
w7 - P37 Custodia per attrezzi
w8 - P37 Sostegno per baionetta
w9 - Bandoliera per munizioni Sten
w10 - Sacco per maschera anti-gas;
w11 - Bandoliera di corda

Le immagini utilizzate in questa pagina appartengono a ww2quebec.org, che si ringrazia per la concessione all'uso. © Tutti i diritti riservati
 
Torna ai contenuti | Torna al menu